Campagna Banner che converte: ecco le 3 regole d’oro.

Dunque tutti sappiamo che una campagna display ha una resa ridicola…..si… ci sono molti click, ma il CTR è ridicolo…poi le conversioni non arrivano… tanti click, a costo basso, ma nessun ritorno …. ma….. ma…..ma…

RAGIONIAMO…

Partiamo dal dato di fatto: i click di una campagna display costano molto ma MOOOOOLTOOOO meno di una campagna ricerca, quindi possiamo fare degli esperimenti spendendo meno, o meglio, abbiamo una maggior quantità di click rispetto ad una campagna ricerca dello stesso budget. Usiamo questa possibilità:

Creiamo una campagna display segmentando in 2 o 3 gruppi di annunci:

Argomenti: selezioniamo bene solo argomenti strettamente attinenti al nostro target

Parole: anche qui cerchiamo di essere selettivi

Segmenti in-mark o affinità: possiamo creare noi un segmento usando gli strumenti di google per definire meglio il nostro pubblico. Creiamo e salviamo questo segmento (ad esempio definiamo un segmento prendendo persone che navigano solo i siti della concorrenza)

Analizziamo i risultati e scopriamo che…

Vedendo i posizionamenti automatici generati dai gruppi di annunci (argomenti e parole) attraverso Analytics creo una metrica da Acquisizione > Campagne > Tutte le campagne

Seleziono poi la mia campagna banner e metto come dimensione secondaria l’URL del posizionamento. Questo importante dato ci fornisce una spettacolare panoramica di quali sono le PAGINE ESATTE del sito su cui sono avvenuti i click migliori. Posso quindi scoprire che dentro un sito con AdSense ottento ottimi risultati da una pagina particolare.

Prendo nota di queste pagine performanti…

Creo una campagna per posizionamenti

Infine creo una nuova campagna con 1 solo gruppo per posizionamenti in cui inserisco SOLO gli url (come posizionamenti gestiti) che ho scoperto essere performanti e faccio offerte personalizzate su di essi in modo da migliorare le mie metriche.

Vedrete che le conversioni non tarderanno ad arrivare….

se poi attivo anche un campagna reamrketing che colpisce esattamente questo pubblico… il gioco è fatto!

Come ti ribalto le curve: CTR in SALITA e CPC in discesa… e il cliente mi ringrazia!

E’ sempre una grande soddisfazione quando fai bene il tuo lavoro, certamente. Ma molto spesso il cliente non percepisce il valore di un grafico come quello sopra. In pratica, quello che conta, è che dopo il mio intervento il costo per ogni nuovo click sul sito è passato da 6 Euro a 3 Euro. Questo ha fatto raddoppiare gli utenti a parità di costo.

Questo solo dato però non è significativo. La miglior e più grande soddisfazione si ha quando il cliente percepisce che la “barca” è sulla rotta giusta… stiamo navigando verso una destinazione concreta.

Pregiatissimo Dottore,
ottimo lavoro, sono veramente soddisfatta dei progressi.
Per quanto riguarda la domiciliazione abbiamo quasi azzerato le chiamate dove cercano altre Società, già questo è un buon segno, prima ne arrivavano anche 3/4 al giorno, adesso 1 o 2…alla settimana

Quindi non solo si spende meno e meglio, ma i risultati sono tangibili, certi, in netto miglioramento! Questa è vera soddisfazione!… è un piacere lavorare così!

Facciamo rendere una campagna Banner con eleganza

Tutti coloro che si occupano di digital marketing sanno bene che le campagne banner portano un traffico molto poco efficace sul sito. Qualsiasi sia il vostro obiettivo, qualsiasi sia il budget o la creatività… niente da fare. Una campagna banner converte poco o niente…ma… ma ci sono dei vantaggi da tener presente:

  1. Il CPC di una campagna banner è di molto inferiore al CPC di una normale campagne ricerca su Adwords.
  2. Potete scremare i posizionamenti che rendono poco analizzando le performance di ogni singolo posizonamento
  3. Potete usare il traffico portato con una campagna banner il remarketing

Infatti anche una campagna remarketing ha un costo CPC ridicolo rispetto ad una campagna ricerca. Però portando traffico poco qualificato con i banner, comunque stiamo alimentando una lista per il remarketing. Ora se facciamo girare a questo segmento un messaggio remarketing sicuramente qualcuno davvero interessato lo troveremo e tutto questo ad un CPA inferiore ad una campagna ricerca classica.

Chiaro che devo ottimizzare tutto prima di buttare al cesso soldi:

  1. Seleziono un target in linea con i miei obiettivi di conversione (vendo scarpe, sceglierò un target per posizionamenti gestiti e un altro gruppo di annunci con target interessi)
  2. Analizzo i gruppo creati sopra e scopro posizionamenti migliori e interessi più pertinenti
  3. Uso una creatività pertinente al mio obiettivo
  4. Segmento ulteriormente per fascia di età o sesso valutando le performance migliori
  5. Creo un segmento tratto dal mio pubblico includendo solo chi è interessato alle mie scarpe (magari chi vista più di una pagina o una serie di pagine…)
  6. Scrivo un messaggio di remarketing diverso dal messaggio del banner, ma in linea con i miei obiettivi, magari offrendo un vantaggio che prima non avrei mai visto (es: “solo oggi le scarpe xyz con 20 % di sconto”)
  7. Non rompo troppo i coglioni a questo pubblico limitando le esposizioni a 5/10 visualizzazioni al giorno per annunci (mica devo dar a veder che ti sto inseguendo !!!)

Vedrete che sommando il costo della campagna banner alla campagna remarketing, se tutto ben ottimizzato, otterrete un CPA inferiore ad una campagna ricerca (e quando dico inferiore dico INFERIORE anche di molto!

1 2 3 10  Scroll to top